Il programma del Collinarea Festival 2017

11-16 luglio, Lari

Il programma prevede nell’arco di sei giorni, il coinvolgimento di sedici compagnie con i loro spettacoli, cinque “capocomici”, il progetto di teatro sociale Mamme Narranti, un’installazione itinerante dell’artista Cesare Inzerillo, tre trekking teatrali, cinque laboratori, incontri e seminari tenuti da professionisti di settore.

Lunedì 10 luglio

ore 10.00 inizio laboratorio Jean Méningue

– 20.30 –

A livella

Scenica Frammenti / Compagnia Laboratorio SF

Gaslighting (80′)
LARI – Castello (posti limitati)

Martedì 11 luglio

ore 10.00 inizio laboratorio Cathy Marchand

– 19.00 –

Scherzo ma non toppo

Cesare Inzerillo / Scenica Frammenti

Apertura a Finale di Partita (7′ ripetuto 3 volte)
LARI – Teatro

– 20.00 –

Orfeo

Teatro Popolare d'Arte

Mare mosso (50′)
LARI – Piazza Vittorio Emanuele

– 20.30 –

Scherzo ma non toppo

Scenica Frammenti / Compagnia Laboratorio SF

Gaslighting (80′)
LARI – Castello (posti limitati)

– 21.00 –

Non ho altro da aggiungere

Mattatoio Sospeso

Out! (35′)
LARI – Piazza Matteotti

– 22.00 –

Sull'Oceano

Compagnia Ribolle

Di tutti i colori (70′)
LARI – Piazza Santini – Tendone

Mercoledì 12 luglio

ore 10.00  inizio laboratorio Saccomanno / Gherzi

– 19.00 –

Les amants du ciel

Guascone Teatro

Balla (50′)
LARI – Piazza Vittorio Emanuele

–  20.00 –

La Signora

Teatro C'art

Cabra (20′)
LARI – Castello

– 20.30 –

In ogni caso nessun rimorso

Dimitri Grechi Espinoza

Oreb (30′)
LARI – Castello

– 21.00 –

Concedimi di diventare niente

Cantieri Teatrali Koreja

GUL, uno sparo nel buio (40′)
LARI – Piazza Vittorio Emanuele

– 22.00 –

Concedimi di diventare niente

Collinarea Festival / Scenica Frammenti / Todomodo Srl / Achab Teatro

Chanson (Indi)geste” (50′)
LARI – Piazza Santini – Tendone

Giovedì 13 luglio

– 19.00 –

Concedimi di diventare niente

Cathy Marchand

Personages… in cerca di autore (50′)
LARI – Piazza Vittorio Emanuele

–  20.00 –

La Signora

Ura Teatro /Fabrizio Pugliese

Transumanze (50′)
LARI – Castello

– 21.00 –

In ogni caso nessun rimorso

Greta Francolini / Eva Zvah Scalzi

Solo sapore (10′)
LARI – Piazza Vittorio Emanuele

– 21.15 –

In ogni caso nessun rimorso

Collinarea Festival / Scenica Frammenti / Todomodo Srl / Achab Teatro

Chanson (Indi)geste (50′)
LARI – Piazza Santini – Tendone

– 22.15 –

Les amants du ciel

Andrea Satta / Ulderigo Pesce

La fisarmonica verde (50′)
LARI – Castello

Venerdì 14 luglio

ore 18.00, Teatro di Lari,  incontro Unici – Eredi e famiglie d’arte nel Teatro del ‘900

dalle 19.00 alle 20.00, Piazza Matteotti,  benvenuto alle Mamme Narranti, accoglienza delle mamme narranti provenienti da varie parti d’Italia e incontro con le mamme ospitanti di Lari

–  20.00 –

La Signora

Ura Teatro / Fabrizio Saccomanno e Gigi Gherzi

Il paese che non c’è (30′)
LARI – Castello

– 21.00 –

In ogni caso nessun rimorso

Circo El Grito

Scratch and Stretch (40′)
LARI – Piazza Matteotti
Festival Mamme Narranti

– 22.00 –

In ogni caso nessun rimorso

Effetto collaterale / Collettivo ONOMA

Walter Wendy Carlos (50′)
LARI – Piazza Vittorio Emanuele

– 22.00 –

Les amants du ciel

My!Laika

Popcornmachine
(a domestic apocalypse) (50′)
LARI – Piazza Santini – Tendone

Sabato 15 luglio

ore 10.00, Borgo, Question time pediatrico, Laura Reali pediatra ACP ascolta e risponde alle domande del pubblico
ore 11.00, Borgo, Laboratorio Mamme Narranti, in quattro postazioni attorno al Castello le Mamme Narranti lavorano con i quattro capocomici (Paolo Hendel, Lella Costa, Ulderico Pesce, Koryu)
dalle 11.00 e dalle 18.00, Borgo, Saluti e incontri, Antonello Mura, Gianni Cletta e Timisoara Pinto incontreranno gli ospiti del Festival
ore 11.30, Borgo, Laboratorio di Anna Brambilla, Parole in viaggio, viaggio tra le parole

– 21.30 –

Concedimi di diventare niente

Circo El Grito

Scratch and Stretch (40′)
LARI – Piazza Matteotti
Festival Mamme Narranti

–  22.30 –

La Signora

Piccola Compagnia Laboratorio SF

..nello spazio (45′)
LARI – Castello

– 22.30 –

In ogni caso nessun rimorso

My!Laika

Popcornmachine 
(a domestic apocalypse) (50′)
LARI – Piazza Santini – Tendone

– 23.30 –

Concedimi di diventare niente

Buonanotte amore

Gli attori presenti al festival leggeranno alcune fiabe illustrate in diretta da Licio Esposito
LARI – Castello
Festival Mamme Narranti

Domenica 16 luglio

ore 10.00, Borgo, Question time pediatrico, con Laura Reali
ore 11.30, Borgo, Laboratorio di Anna Brambilla, Parole in viaggio, viaggio tra le parole
dalle 11.00 e dalle 18.00, Borgo, Saluti e incontri, Antonello Mura, Gianni Cletta e Timisoara Pinto incontrano tutti gli ospiti del Festival: Lella Costa, Paolo Hendel, Koryù, Stefano Amati (psicanalista dell’eta evolutiva), Carlo Testini
(Arci nazionale), Graziano Melano (Teatro dei ragazzi e giovani di Torino), Alessandro D’Alessandro (organettista)
ore 12.00, Borgo, incontro con Giuliano Scabia, La farfalla e il miele
dalle 12.30 alle 15.00, Via del Castello, Pranzo di Fine Festival, Durante il pranzo con i bambini e i Capocomici, verranno elette le quattro fiabe più belle, tenendo conto del gradimento del pubblico la sera precedente. Interverranno Massimo Bray (ex Ministro della Cultura), David Riondino e Sergio Staino che realizzerà in diretta il disegno della fiaba vincitrice
pomeriggio, Piazza Matteotti, Finalissima, verrà eletta la fiaba più bella delle Mamme Narranti, che verrà letta dalla mamma insieme ai quattro capocomici, disegnata in diretta da Sergio Staino e musicata dai Tetes de Bois

– 19.00 –

Concedimi di diventare niente

Circo El Grito

Scratch and Stretch (40′)
LARI – Piazza Matteotti
Festival Mamme Narranti

–  20.00 –

La Signora

Civilleri / Lo Sicco

#MUTA – L’umanità in cammino (30′)
In collaborazione con Arci Valdera, SPRAR Valdera, Cooperativa Il Cammino e Cooperativa Arnera
LARI – BORGO

– 21.00 –

In ogni caso nessun rimorso

Jean Méningue

Performance finale sull’arte del clown (40′)
LARI – Piazza Vittorio Emanuele

– 22.00 –

Les amants du ciel

My!Laika

Popcornmachine 
(a domestic apocalypse) (50′)
LARI – Piazza Santini – Tendone

Share This